I Visionari

(:::) Il lavoro rispecchia numerosi tratti caratteristici del suo autore: è eclettico, estroso, ironico e teatrale. Eclettico, perché riunisce brani assai diversi tra loro, alcuni molto ritmici e che richiamano le produzioni attuali d’area newyorchese (“Antichi insediamenti urbani”), altri più melodici e vicini alle produzioni nostrane (“Il fiore canta e poi svanisce”, arricchita dalle improvvisazioni al violino di Mark Feldman), altri ancora di corale improvvisazione (le tre splendide “Visioni”), altri infine del tutto inaspettati e particolari, come la surreale versione di “Che cosa sono le nuvole”, cantata dallo stesso Bollani. Estroso, perché il lavoro avanza tra continue sorprese, realizzate sul piano musicale attraverso gli arrangiamenti e l’organizzazione del gruppo, che esaltano le qualità dei solisti e dello stesso pianista, sempre luminosamente presente nelle varie tracce. Ironico e teatrale, infine, perché anche in un disco assolutamente jazzistico – e sfidiamo eventuali critici a metterlo in dubbio – non rinuncia alla sua verve extramusicale, inserendo divertissement come “Quando la morte verrà a prendermi” e “Sardità”, la prima una filastrocca popolare reiterata, la seconda una “falsa” canzone in sardo maccheronico, che cita Zedda Piras (la principale marca isolana di liquore al mirto) e Paolo Fresu come “simboli” della Sardegna, e che viene “benedetta” da un’assolo dello stesso Fresu, presente come ospite(…)
(tratto da All About Jazz Italia)

Feat.

Stefano Bollani – pianoforte, voce, cori
Mirko Guerrini – sax tenore, soprano, baritono,flauto pakistano, cori
Nico Gori – clarinetti, clarinetto basso, cori
Ferruccio Spinetti – contrabbasso, cori
Cristiano Calcagnile – batteria, cori

Guest:

Mark Feldman – violino
Paolo Fresu – tromba
Petra Magoni – voce

Track List:

CD1:
1. La sicilia (6:15)
2. Il fiore canta e poi svanisce (6:22)
3. Visione numero uno (10:35)
4. Carnevale di dunkerque (5:50)
5. Storta va (6:39)
6. Che cosa sono le nuvole (4:33)

CD2:
1. Intro (1:37)
2. Per scordarti di me (1:55)
3. Visione numero due (5:20)
4. Antichi insediamenti urbani (7:27)
5. Alone together (4:04)
6. Scartabello (5:56)
7. Mamma mia dammi cento lire (3:34)
8. Impro (1:22)
9. Quando la morte verrà a prendermi (2:15)
10. Sardità (3:36)
11. Visione numero tre (5:54)